UN PELLEGRINAGGIO

Santa Caterina

Il panteon dei santi senesi è ben fornito. Al numero uno si colloca Santa Caterina da Siena, Compatrona d’Italia e d’Europa, Dottore della Chiesa. Un pellegrinaggio cateriniano include la visita alla Basilica di San Domenico, dove si custodisce la Sacra Testa e il Dito della santa, la casa natale in Via Fontebranda e l’omonima Fontana.    

San Bernardino
Segue poi San Bernardino da Siena, probabilmente il più brillante predicatore dell’Italia d’inizio Quattrocento, non a caso patrono dei pubblicitari! Le sue prediche sono gustosi ritratti dei vizi dell’uomo del suo tempo. Un itinerario bernardiniano include l’Oratorio di San Bernardino, con il poco conosciuto ma sorprendente ciclo di affreschi dedicati alla vita di Maria. Artefici del palinsesto figurativo Sodoma e Beccafumi. Attigua all’Oratorio c’è l’imponente chiesa di San Francesco, che custodisce le Sacre Particole oggetto del Miracolo Eucaristico, che consiste in 223 Sante Ostie consacrate nel 1730, le quali, contro ogni legge di fisica, si conservano integre. Accanto c’è il Palazzo Tolomei edificato da una delle casate più potenti della Siena del Duecento, luogo natale di Bernardo Tolomei, ultimo santo canonizzato dalla chiesa cattolica. Papa Benedetto XVI lo eleva al rango di santità nell’aprile 2009