IMG_20201110_123530_edited.jpg

SantaCaterina 
Siena dei Miracoli

Scegli la durata che preferisci, 2 o 3 ore
La lista di santi e beati senesi è sterminata. Se vuoi aggiungere un' altra figura all' itinerario, ti consiglio
San Bernardino

È un percorso che inizia delineando la figura straordinaria di Santa Caterina da Siena, compatrona d’Italia e d’Europa, dottore della chiesa universale. Visiteremo le stanze dove nacque e visse con la madre, donna feconda che partorì 25 figli. Transiteremo per i vicoli che la testarda senese calpestò e che furono il palcoscenico dei fatti salienti della sua storia umana. Entreremo nella basilica di San Domenico, che la vide protagonista di episodi mistici e dove si conservano la testa e un dito. Perché solamente la testa e un dito? E come riuscì, la figlia di un umile tintore, a dialogare da pari con teologi, capi di stato, papi e regine? E a viaggiare fino ad Avignone, la sede pontificia all’epoca, e intessere colloqui con il pontefice? E perché digiunava fino allo sfinimento? Caterina è probabilmente e sorprendentemente la figura più documentata del XIV secolo. Attraverso questa selva di testimonianze cercheremo di ricostruirne il profilo. Nel 1380 muore a 33 anni e, come se si passassero il testimone, nasce San Bernardino, il predicatore più brillante dell’epoca, inventore del concetto di logo, e per questi motivi santo patrono dei pubblicitari. Attraverso le sue celebri prediche si possono ricostruire i vizi e le debolezze di quei tempi, dal gioco delle carte e dei dadi, fino all’usura, passando attraverso i fantasiosi sistemi escogitati dalle fanciulle toscane per sembrare più belle ed attraenti. Membro dell’ordine dei frati minori è proprio nella sua chiesa, la basilica di San Francesco, che secoli dopo, nel 1730, avviene uno dei miracoli eucaristici più eclatanti della storia, quello delle Sacre Particole.